Mare nostrum

Mare nostrum

Una colonna greca, dorata, uno delle basi della cultura umana. Un barattolo di vetro etichettato “Mare Nostrum” con tanto di valori nutrizionali e data di scadenza. Il barattolo contenente tonno, il classico barattolo di tonno, all’interno si scorge qualcosa di drammaticamente familiare, una visione agghiacciante, un orecchio umano, ma come può esserci finito un orecchio umano in una scatola di tonno…? L’operazione Mare Nostrum divenuta in seguito Triton, è l’operazione umanitaria di salvataggio di esseri umani in fuga dalle guerre nelle proprie terre d’origine, sono profughi, i quali tentano la traversata mediterranea per darsi un’opportunità di vita.

Un’installazione che avanza una forte critica non priva di pungente ironia all’organizzazione Mare Nostrum che si è dimostrata tragicamente fallimentare, incapace di salvare vite e trasformando lo stesso mare in un mare di corpi umani, che fluttuando in esso e lo popolano insieme ai pesci. Ma al pari dei pesci, il rischio che corrono questi corpi, è quello di finire anch’essi nelle reti delle navi da pesca e conseguentemente, forse nello stesso ciclo di produzione, fino ad arrivare negli scaffali del supermercato… un’ipotesi non del tutto scartabile.

Das, Vetro, Acrilici


©2020 Marco Gubellini - privacy - cookies - credits
site by Progetti Astratti